Lunedì 27 dicembre 2021
Aperti fino alla fine di febbraio con l’augurio che...
Comunicato


L’ippica è sempre più in crisi ed i 36 ippodromi nazionali sono in grandissima difficoltà, visti i continui e gravissimi tagli dei loro finanziamenti (meno 75 % negli ultimi dieci anni ed un ulteriore meno 15% previsto nel 2022 ) che mettono a rischio la prosecuzione della loro attività e, solo per grande senso di responsabilità, è stato deciso all’unanimità, di continuare a restare aperti fino alla fine di febbraio, con l’augurio che i seguenti impegni, presi dal Sottosegretario Battistoni il 17 dicembre a Capannelle, si realizzino:
  1. Assicurare un Finanziamento agli ippodromi nel 2022 pari a 46,5 milioni in linea con quanto erogato nel 2021 , oltre ai 3 milioni previsti in Finanziaria per gli ippodromi di recente apertura.
  2. Pagamento dei premi da parte delle società di corse a partire dal prossimo mese di febbraio.
  3. Istituzione di una direzione generale dedicata all’ippica.
A quanto sopra si chiede al Ministero di aggiungere anche :
  • l’ adozione di un calendario annuale “ condiviso”.
  • La classificazione degli ippodromi, prevista dalla Legge, fondata su un metodo matematico scientifico.
  • L’istituzione di un tavolo di lavoro permanente con le associazioni della Filiera.
Se, nel corso del prossimo anno tutti questi obiettivi venissero raggiunti, l’ippica potrebbe iniziare ad intravedere una “piccola luce in fondo al tunnel”.
Ringraziamo il Sottosegretario Battistoni ed i dirigenti ministeriali per il lavoro che stanno portando avanti e per gli impegni assunti, con l’augurio che il 2022 sia un anno di grande cambiamento e di rilancio dell’Ippica nazionale.


Coordinamento Ippodromi. - A.n.i
Attilio d’Alesio - Alessandro Arletti